Glycine Incursore è un field watch svizzero di 44mm di diametro, con movimento automatico a base ETA2824-2.

Dal 1914

Glycine è una storica manifattura svizzera fondata nel 1914 a Bienne, nel canton Berna. Nel 2016 è entrata a far parte del gruppo americano Invicta Watch Group, acquisizione che gli appassionati temono possa in qualche modo snaturare un brand tanto importante. Glycine ha infatti sempre goduto di ottima considerazione, soprattutto in virtù della personalità dei suoi modelli e dell’ottimo rapporto qualità-prezzo. Le collezioni in catalogo attualmente sono cinque e sono tutte di stampo militare. I modelli più iconici sono probabilmente Airman, Incursore e Combat.

Glycine Incursore

Design e cassa

GL0042

Incursore è il field watch del catalogo Glycine. È disponibile nelle 4 referenze GL0042, GL0043, GL0044 e GL0045, che si differenziano soltanto per il colore ed il design del quadrante.

La cassa è in acciaio inossidabile a finitura satinata, lavorata con cura e senza trascurare parti quali ad esempio lo spazio tra le anse. Il diametro è di 44mm e la lunghezza lug to lug è di 52mm. Queste dimensioni sono considerevoli per un field watch e lo rendono purtroppo inadatto al mio polso. Le anse da 22mm hanno una lunghezza pronunciata si sviluppano a forme curve. In dotazione viene fornito un cinturino in pelle di buona qualità, con cuciture laterali. A seconda delle referenze il colore del cinturino è nero o marrone.

La corona a vite è posizionata ad ore 3 ed è sprovvista di spallette. Sulla superficie lucida della corona è presente in rilievo il logo di Glycine. Le proporzioni della corona sono adeguate al resto della cassa e garantiscono quindi un’ottima presa. Molto bella la lunetta liscia satinata, sulla quale sporge di pochissimo il cristallo zaffiro antigraffio a triplo trattamento antiriflesso nella parte interna. Il fondello è a vista ma in questo caso troviamo vetro minerale anziché zaffiro.

L’impermeabilità di Glycine Incursore è di 100m (10ATM).

Quadrante

GL0043

Insieme alle ottime finiture della cassa, il quadrante è l’aspetto che preferisco dell’Incursore. Possiamo scegliere tra il California oppure quello a numeri arabi ai cardini. Il colore del quadrante è nero opaco per GL0043 e GL0045  e bianco lucido per GL0042 e GL0044. Numeri ed indici sono di ampie dimensioni e riempiono gli spazi in modo perfettamente proporzionato.

Ad ore 12 su tutte le referenze è presente il logo di Glycine ed a ore 4 si apre una discreta finestra della data, che date le piccole dimensioni e lo sfondo nero riesce a mio avviso a non rovinare l’equilibrio del dial.

Possiamo dire che nel complesso siamo di fronte ad un quadrante pulito e senza sbavature, completato da essenziali sfere a bastone coperte di Super-LumiNova che garantiscono un’ottima leggibilità anche al buio.

Movimento

Il movimento dell’Incursore è il GLL224, ossia ETA 2824-2 grado Elabore (un gradino sopra lo Standard). Il GLL224 ha un rotore personalizzato sul quale è inciso il logo di Glycine. Tolta questa personalizzazione, possiamo tranquillamente affermare che dal fondello a vista c’è poco da vedere. Considerate le ottime finiture della cassa ed il carattere militare dell’Incursore, ritengo sarebbe stato più interessante un fondello chiuso ben rifinito.

Il calibro scelto come base è uno dei più diffusi al mondo ed è una garanzia in termini di affidabilità e precisione. Anche in caso di manutenzione non sarà un problema reperire parti di ricambio. GLL224 è un movimento automatico a 25 rubini con data ad ore 4 che lavora ad una frequenza di 28.800 oscillazioni orarie. La riserva di ricarica è di 38 ore ed è dotato di impostazione rapida della data, fermo-macchina e di possibilità di ricarica manuale.

Conclusioni

GL0044

Il prezzo di listino di un Glycine Incursore è di circa 770€, ma alcuni reseller lo vendono scontato a cifre inferiori ai 600€. In questa fascia di prezzo è difficile trovare altri marchi svizzeri che offrano lo stesso livello di storia, qualità e sostanza.

Per il mio gusto personale il diametro è eccessivo, e di questo sono dispiaciuto poiché l’universalità del design dell’Incursore lo renderebbe altrimenti un must-buy.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *