Tissot PRX, lo stile Genta di casa Tissot

Tissot PRX interessante ed economico Il mio giudizio la prima volta che ho visto il Tissot PRX, è stato ambivalente.Nelle ricostruzioni 3D prima del lancio mi è sembrato intrigante, ma non ero completamente convinto del movimento al quarzo. Da allora sono riuscito ad averne uno per alcune settimane e devo dire che mi sono ricreduto di ogni dubbio.Mi è piaciuto indossare l’orologio e il movimento al quarzo non è stato un problema.Il design è ispirato a un modello Seastar degli anni ’70. Anche la sua rivisitazione moderna prende spunto da questo modello. Quell’ orologio era disponibile con diversi tipi di quadrante, a differenza del nuovo modello.Gli anni ’70 furono l’età d’oro degli orologi con quadranti particolari e con design di ispirazione Genta. In quegli anni è infatti praticamente impossibile trovare un marchio conosciuto che non avesse un modello di orologio con il cinturino integrato.Le due pietre miliari dell’epoca sono naturalmente i lavori firmati dal designer stesso, ossia l’ Audemars Piguet Royal Oak datato 1972 e il Patek Philippe Nautilus del 1976. Qualità costruttiva che si ispira al passato Il Tissot Seastar originale, grazie al quarzo poteva permettersi costi di produzione minori.Ma il quadrante e la cassa erano realizzati con materiali piuttosto robusti, prestando attenzione ai dettagli.Il design generale dell’orologio ci suggerisce che il quadrante dell’orologio e il suo cinturino siano una cosa sola.Nonostante il Seastar Quartz non fosse tra gli orologio più in voga, non aveva niente da invidiare ai suoi rivali.Teneva testa tranquillamente a modelli ben più noti come il Nautilus o il Royal Oak, divenuti icone per il lusso.Il nuovo Tissot Prx sembra riuscito perfettamente e non perché ci ricorda i modelli sopra citati.Le sue dimensioni contenute e il suo quadrante contribuiscono a un atmosfera contemporanea.La cassa completa, e nello specifico la finitura del bracciale è eccezionalmente ben … Leggi tutto Tissot PRX, lo stile Genta di casa Tissot