Siamo in presenza di isocronismo se le oscillazioni hanno la stessa durata, indipendentemente dalla loro ampiezza.

Un orologio meccanico isocrono marcia quindi alla stessa frequenza anche se cambia l’energia fornita dalla molla di carica. Garantendo questo principio, il tempo viene mantenuto correttamente senza risentire del livello di carica residua della molla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *