Meccaniche Veneziane è un giovane brand italiano PMW che si sta ritagliando il proprio spazio anche grazie al canale Kickstarter.

Meccaniche Veneziane

La sede di Meccaniche Veneziane si trova a Venezia, com’era d’altronde facile intuire dal nome. Venezia non è però solo la sede in termini burocratici, ma gioca invece il ruolo di vera e propria ambientazione.  Il logo è ad esempio una croce che si ispira a quella presente sul campanile di San Marco. Il sito web, il logo, il brand e la scelta dei pellami sono tutti progettati in modo tale da rievocare un’atmosfera rinascimentale. Stesso discorso vale per il packaging, una scatola made in Italy in legno che riporta il logo e il nome del brand.

In linea con la collocazione storica e geografica, su tutta la gamma troviamo cinturini made in Italy in pelle anticata, scelta efficace. I cinturini in questione trasmettono molto bene la sensazione di antico e artigianale, oltre che un sano calore italico.

Qualcuno storce il naso riguardo il fatto che il logo ricordi un po’ il quadrifoglio di Patek Philippe. Ad un primo sguardo la contestazione può essere comprensibile, ma una volta conosciuto il background io ritengo la si debba mettere da parte per apprezzarne invece la realizzazione.

Per le casse di tutti i modelliè stata utilizzata la lega di acciaio inossidabile 316L, soprannominata acciaio marino per la grande resistenza alla corrosione anche in caso di contatto con sostanze chimiche acide.

Meccaniche Veneziane Arsenale

foto meccanicheveneziane.it
Arsenale Ardesia, foto meccanicheveneziane.it

Le referenze di questo modello sono Arsenale Ardesia, Arsenale Mogano e Arsenale Cromo. Arsenale è un diver a cassa tonda, impermeabile fino a 200m. Il design, che ricorda vagamente il Panerai Submersible, rimanda al mondo navale: questa sensazione viene restituita in particolare dalle borchie presenti sulla ghiera, che ruota in modo unidirezionale per 120 click.

La lavorazione dell’acciaio cambia a seconda del modello che scegliamo: rivestimento PVD strisciato a mano, spazzolatura o lucidatura. L’Ardesia è PVD strisciato a mano, ed è la versione che ritengo più suggestiva.

Arsenale, foto meccanicheveneziane.it

Indici, corona e sfere sono argentati per Arsenale Ardesia e color oro per Arsenale Mogano. I cinturini in pelle sono marroni per entrambe le referenze, più scuro nel caso di Ardesia e più vicini a tonalità rosse per Mogano.

Le dimensioni della cassa sono generose: 45mm di diametro e 53mm di lunghezza lug to lug, accompagnati da un bel cinturino da 24mm. Lo spessore è 14mm.

Il dial è nero e lavorato guilloche clous de Paris e su di esso troviamo indici a bicchiere e sfere a indice, entrambi con luminescenza Superluminova. Il cristallo è zaffiro bombato antiriflesso.

Il prezzo di listino di Arsenale è 569€.

Meccaniche Veneziane Nereide

Nereide Rubino, foto meccanicheveneziane.it

Nereide è un diver moderno, che rimanda un po’ al Tudor Black Bay per intenderci, ma con spallette sulla cassa ed indici a bastone. L’impermeabilità anche in questo caso è di 200m e la ghiera scanalata ruota in modo unidirezionale per 120 click.

A seconda delle referenze, la cassa in acciaio la si può scegliere spazzolata oppure PVD. La cassa ha diametro 42mm, lug to lug 49mm e distanza fra le anse 22mm. Le referenze di Nereide sono Ardesia, Cobalto, Smeraldo, Rubino, Ardesia PVD e Rubino PVD. Le differenze tra le referenze sono nei colori di quadrante e ghiera, tra cui troviamo ad esempio nero, rosso, blu cobalto e verde smeraldo.

Nereide Cobalto

Il cristallo è zaffiro bombato antiriflesso, e i cinturini sono in pelle vintage di ottima qualità, in diverse tonalità di marrone e nero.

Il prezzo è di 469€ per la versione in acciaio spazzolato e 489€ per quella in PVD.

Meccaniche Veneziane Redentore

Redentore Ghiaccio, foto meccanicheveneziane.it

Redentore è l’orologio più elegante della camma, pur mantenendo dimensioni non proprio da dress watch. La cassa tonda in acciaio lucido ha un diametro di 40,5mm ed una lunghezza lug to lug di 49mm. La distanza fra le anse è 20mm e lo spessore della cassa è 12mm, a cui vanno aggiunti 2mm di cristallo zaffiro bombato antiriflesso.

Redentore Ardesia

Alle diverse referenze corrispondono diversi colori di quadrante e di cinturino. Anche in questo caso occorre evidenziare l’ampia scelta di colori offerta da Meccaniche Veneziane, come già visto nel caso di Nereide.

Troviamo infatti dial bianco, nero, blu cobalto, verde smeraldo e rosso rubino. L’eleganza del design viene sottolineata al meglio nell’incarnazione nera Redentore Ardesia, che mette in luce tutti i dettagli argentati degli indici, delle sfere dauphine e del logo a ore 12.

Volendoci però discostare dalle tinte tradizionali, devo ammettere che la referenza rossa Redentore Rubino è quella che mi ha spiazzato maggiormente per il sodalizio magnifico tra il cinturino rosso vintage ed il colore del quadrante.

Il prezzo di Redentore è 419€.

Redentore Rubino, foto meccanicheveneziane.it

Movimenti MV044 e MV285

foto meccanicheveneziane.it
foto meccanicheveneziane.it

Il calibro MV044 degli orologi Meccaniche Veneziane è una personalizzazione dell’automatico Citizen Miyota 821A, uno dei muletti di fascia più economica di Miyota.

Il rotore è stato sostituito con uno custom in ottone rifinito, sul quale viene inciso il logo del brand. Si può godere di questa personalizzazione dal fondello in vetro, un lavoro apprezzabile trovandoci in fascia PMW. Miyota 821A è un movimento solido e affidabile, con rotore a carica unidirezionale (antioraria) e con possibilità di carica manuale ma non provvisto di fermo macchina. La riserva di ricarica è di 40 ore e la frequenza di oscillazione è di 21600 oscillazioni orarie. La precisione dichiarata è di -20/+40 secondi al giorno.

Più recentemente è stata aggiunta la possibilità di scegliere il calibro MV285. Si tratta di una personalizzazione di ETA2824, per cui naturalmente sarà necessario pagare qualcosa di più per averla.

MV285, foto kickstarter.com

Conclusioni

Personalmente trovo ben sviluppato il concept da parte di Meccaniche Veneziane. Le critiche che vengono più spesso mosse al brand riguardano la scelta del Miyota 821A come movimento standard, scelta ritenuta non in linea con i prezzi della gamma.

Nel valutare il rapporto qualità-prezzo, è secondo me doveroso mettere sulla bilancia la cura dei dettagli di questi orologi: la qualità dell’acciaio, la qualità della pelle made in italy, la finitura dei movimenti (realizzata in Svizzera), i cristalli in zaffiro bombato, i lumi Superluminova e infine il fatto che il controllo qualità viene svolto in Italia.

Similar Posts

4 Comments

  1. E’ un peccato che questi bellissimi orologi vengano venduti solo con diametri da 42 mm in su. perchè così rinunciate al mercato di tutti gli interessati con polsi normali (la maggioranza) che preferirebbero (come me) diametri inferiori, cioè di 38 o 40 mm.

    Fatemi sapere per cortesia se avete in mente di estendere la vostra offerta in qesta direzione.

    Grazie e saluti.

    N.A.P.

    1. So che stanno lavorando ad un Redentore 36mm. Avevano parlato anche di un Redentore 38mm, ma di quest’ultimo non ho più saputo niente

  2. E’ possibile che il prezzo del Redentore sia lievitato da 419€ a 629€ in così pochi mesi? in tal caso, secondo voi, quale sarebbe la motivazione?

    Grazie e saluti
    Patrick Feltrin

    1. Ciao Patrick.
      Sì, è possibile. Ad incidere sull’aumento del prezzo penso sia stato soprattutto il passaggio da un calibro base Miyota all’attuale MV285 che si basa su ETA 2824 (e che nel tempo probabilmente verrà sostituito dall’equivalente Sellita, a causa delle politiche dello Swatch Group)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *