Nautilus Travel Time Chronograph 5990R in Oro Rosa

L’ ultima novità in casa Patek Philippe Se tra pochi giorni verranno svelate le più importanti novità Patek Philippe, il brand ci fornisce qualche anteprima per l’appuntamento del Watches & Wonders 2021.Oggi vi parliamo del Nautilus Travel Time Chronograph 5990R.Ci sarà la presentazione di diversi nuovi Nautilus, tra cui la splendida edizione verde del 5711A, e anche una versione del un nuovo Nautilus Travel Time Chronograph 5990 realizzato in oro rosa e combinazione di quadrante blu soleil. Introdotto nel 2014 per sostituire il Nautilus Chronograph 5980 / 1A (a sua volta presentato originariamente nel 2006), il Nautilus Travel Time Chronograph 5990 combina tre pratiche complicazioni: un cronografo flyback, un dual time- zona e indicazione della data (abbinata all’ora locale). Il modello era stato lanciato in acciaio con quadrante grigio sfumato.

Il nuovo MeisterSinger Stratoscope ST982

La luna ha affascinato l’umanità per secoli, addirittura millenni. Essendo il fondamento della navigazione sulla Terra, non c’è da meravigliarsi perché così tanti marchi giocano con il concetto di replicare il movimento lunare sul quadrante di un orologio. Sono stati spesi interi studi sull’impatto di questo grande amico celeste sulla Terra e sulla storia del perché abbiamo questo oggetto satellite in primo luogo. E, naturalmente, nel 1969 ci abbiamo messo piede per la prima volta.

Citizen presenta la nuova collezione Star Wars

Citizen e la collaborazione con Star Wars A 4 anni dall’uscita del film originale, “Star Wars” rimane un fenomeno culturale globale.Il clamore generato ha generato movimenti in diversi tipi di mercati. Il mondo dell’orologeria non è estraneo al tema “Star Wars”, con versioni che vanno dagli orologi giocattolo usa e getta per bambini agli elaborati tourbillon a sei cifre. Con il suo accordo di licenza e la partnership ufficiale con il proprietario del franchise di “Star Wars”, Disney. Il gigante giapponese Citizen è uno dei marchi più prolifici a fare riferimento alla galassia lontana, lontana. La sua ultima serie di versioni in questo senso, tuttavia, fa ciò che pochissimi orologi a tema “Star Wars” hanno mai fatto prima, realizzando orologi che non apparirebbero fuori luogo nel mondo dei film stessi.Immaginando nuovamente il classico design angolare degli anni ’80 della serie Ana-Digi Temp in un sestetto di colorazioni ispirate a “Star Wars”. La nuova collezione Citizen Ana-Digi Star Wars cattura lo spirito della trilogia del film originale in un modo giocoso e unico.

Glycine Combat Sub acquista e scopri tutti i modelli

Gli orologi Glycine sono uno degli orologi da pilota più interessanti sul mercato. La loro eccellente qualità e i molteplici riferimenti all’aviazione sono elementi caratterizzanti.L’azienda è stata fondata nel 1914 dall’orologiaio svizzero Eugene Meylan. Il nome del marchio è stato ispirato da un tipo di vite nobile e durevole: Glycine. Il fondatore ha deciso che questo particolare nome definiva perfettamente gli orologi che voleva produrre.Nel 1930, ha inventato il movimento automatico, che ha rivoluzionato l’intera storia dell’orologeria, a cominciare dalla storia di Glycine.

Panerai Submersible Bronzo Blu Abisso PAM01074

Un’icona degli orologi intesi come strumento, in una nuova veste bronzea Panerai riporta in auge il bronzo, con una nuovo modello che da vita a un’audace combinazione cromatica. Il bronzo è un materiale con un’eredità elevata, un’allure sensuale e una composizione sperimentale.È vivo e mutevole, notevole per l’inclinazione a rivestirsi di una patina unica, segno dell’inevitabile passare del tempo. Infatti il bronzo ossidato conferisce all’orologio un aspetto consumato che è tematicamente congruente con lo status di orologio inteso come “strumento”.Dopo aver debuttato ufficialmente nel 2011, il bronzo è diventato un elemento essenziale della collezione Panerai.Per la prima volta è il fulcro di un modello Panerai da 42 mm: Submersible Bronzo Blu Abisso (PAM01074).Destinato alla vendita esclusiva presso le boutique Panerai, il modello è disponibile in una produzione limitata di soli 1.000 pezzi all’anno. Il blu opaco del quadrante è perfettamente in sintonia con il tono caldo del metallo. Un bronzo che è composto da materie prime pure che escludono la presenza d’inquinamento o elementi vietati, come il piombo (<90 ppm).

Le nuove tonalità verdi per Audemars Piguet Royal Oak

Oggi parliamo delle nuove tonalità verdi Royal Oak, della celebre casa svizzera Audermars Piguet. Il colore verde può essere un richiamo degli alberi sempreverdi o perenni che popolano le foreste attorno a Le Brassus, dove ha sede il quartier generale di Audemars Piguet. Gli aggettivi “sempreverde” e “perenne”, rispettivamente in inglese “evergreen” e “perennial” sono molto calzanti nel contesto del fascino senza tempo del Royal Oak introdotto nel 1972. Per il 2021, Audemars Piguet rinfresca diversi modelli della sua famiglia Royal Oak.Quadranti verdi vibranti, tra cui un cronografo a carica automatica Royal Oak in edizione limitata in una lussuosa cassa in oro giallo. Inoltre tre nuovi modelli di tourbillon volante a carica automatica in oro rosa o titanio e una versione con smeraldi verde brillante nella lunetta.

Explorer 36 mm 124273, il nuovo Rolex bicolore

L’ultimo sbalorditivo nato in casa Rolex Facendo affidamento sull’associazione del marchio con le spedizioni sull’Everest.Il materiale pubblicitario destinato alla stampa si riferisce alle dimensioni originali degli orologi indossati da Hilary e Norgay sulla loro vetta del 1953 della montagna più alta del mondo. Tuttavia, quegli orologi non erano i modelli Explorer che avrebbero continuato a ispirare fino a oggi.Erano piuttosto orologi Oyster Perpetual che hanno servito bene gli eroi nella loro ricerca. Ciò che seguì al loro trionfo fu la creazione di un orologio su misura per il tipo di ambienti che avevano sopportato. Sono nate la linea e la leggenda Rolex Explorer.

TAG Heuer Aquaracer Professional 300 rinnova il look

Tag Heuer Aquaracer le origini La collezione TAG Heuer Aquaracer Professional 300 può far risalire le sue radici al rif. 844 del 1978, e l’Heuer 2000, introdotto nel 1982. Quando l’azienda era ancora solo “Heuer”, fu il successore della serie 1000. La collezione Heuer 2000 era disponibile nelle versioni al quarzo e automatica e si è rivelata immensamente popolare, creando una serie diversificata di modelli.I modelli andavano da semplici orologi al quarzo a tre lancette a una versione con cronometro e varie funzionalità.Confrontando la forma della cassa, è possibile vedere da dove proviene la serie Aquaracer 300.Mentre la serie Heuer 2000 è stata concepita sia come orologio da immersione che come cronografo, l’attuale Aquaracer è disponibile solo come subacqueo.Infatti ci sono state quattro generazioni di (TAG) Heuer 2000 e la produzione è stata interrotta nel 2005.

Orient Kamasu, parola d’ordine qualità prezzo

Oggi vi parliamo di un orologio molto discusso tra gli appassionati.Orient Kamasu (che in giapponese significa Barracuda) è una delle ultime iterazioni che il marchio giapponese propone, insieme al modello Kano che è leggermente più grande.Questi due modelli sostituiranno i famosi Mako e Ray. In questo articolo di oggi ignoreremo volutamente i modelli precedenti e ci concentreremo sui pregi e difetti del Kamasu. Non siamo dei sommozzatori e non lo giudicheremo in quanto tale.Gran parte dei possessori di questo orologio lo apprezzano come noi per la sua sportività, quotidiano e versatile.La sua cassa in acciaio è larga 41,8 mm (senza corona), lunga 46,5 mm (da ansa ad ansa) e spessa 12,8 mm. Viene fornito con un bracciale in acciaio largo 22 mm che si blocca con una chiusura deployante a pulsante.All’interno si trova il calibro F6922 di Orient automatico, e presenta una lancetta dei secondi centrale, la data e il giorno. Essendo un orologio subacqueo ha una resistenza all’acqua di 200 metri, una corona a vite e una lunetta unidirezionale a 120 clic.

Tissot PRX, lo stile Genta di casa Tissot

Tissot PRX interessante ed economico Il mio giudizio la prima volta che ho visto il Tissot PRX, è stato ambivalente.Nelle ricostruzioni 3D prima del lancio mi è sembrato intrigante, ma non ero completamente convinto del movimento al quarzo. Da allora sono riuscito ad averne uno per alcune settimane e devo dire che mi sono ricreduto di ogni dubbio.Mi è piaciuto indossare l’orologio e il movimento al quarzo non è stato un problema.Il design è ispirato a un modello Seastar degli anni ’70. Anche la sua rivisitazione moderna prende spunto da questo modello. Quell’ orologio era disponibile con diversi tipi di quadrante, a differenza del nuovo modello.Gli anni ’70 furono l’età d’oro degli orologi con quadranti particolari e con design di ispirazione Genta. In quegli anni è infatti praticamente impossibile trovare un marchio conosciuto che non avesse un modello di orologio con il cinturino integrato.Le due pietre miliari dell’epoca sono naturalmente i lavori firmati dal designer stesso, ossia l’ Audemars Piguet Royal Oak datato 1972 e il Patek Philippe Nautilus del 1976. Qualità costruttiva che si ispira al passato Il Tissot Seastar originale, grazie al quarzo poteva permettersi costi di produzione minori.Ma il quadrante e la cassa erano realizzati con materiali piuttosto robusti, prestando attenzione ai dettagli.Il design generale dell’orologio ci suggerisce che il quadrante dell’orologio e il suo cinturino siano una cosa sola.Nonostante il Seastar Quartz non fosse tra gli orologio più in voga, non aveva niente da invidiare ai suoi rivali.Teneva testa tranquillamente a modelli ben più noti come il Nautilus o il Royal Oak, divenuti icone per il lusso.Il nuovo Tissot Prx sembra riuscito perfettamente e non perché ci ricorda i modelli sopra citati.Le sue dimensioni contenute e il suo quadrante contribuiscono a un atmosfera contemporanea.La cassa completa, e nello specifico la finitura del bracciale è eccezionalmente ben …